Punto Vendita: 0735 758182 - Uffici: 0735 753869

Cimatura e moltiplicazione


Molti moderni ibridi di geranio hanno la tendenza ad accestire naturalmente; le va­rietà semiedera e alcune di quelle zonali sono tra questi. In questo caso la cimatura è superflua, ma è comunque importante sapere che, a volte, una o due spuntature permettono di moltiplicare le ramificazioni e quindi le possibilità fiorali della pianta. Il materiale di spuntatura, se sano e ben conformato, serve ottimamente per avere talee di punta, adatte a radicare favorevol­mente. Solitamente il periodo più adatto per eseguire una cimatura di conformazione o per diradare cespuglietti troppo folti o cascate talmente fiorifere che i lunghi rami si soffocano a vicenda, è la fine di luglio o il primo periodo d’agosto.

L’abitudine di produrre talee con il inate­riale di cimatura permette il rinnovamento di alcune piante e di avere sempre pronti piccoli cadeaux per gli amici o di scambia­re con altri hobbisti le varietà.

Il geranio radica velocemente, 30-40 gior­ni sono sufficienti per essere sicuri che la nuova piantimi sia attecchita bene, ma già dopo una settimana si vedono i primi risul­tati: piccole tenere foglioline verde chiaro fanno capolino dalle gemme.

La talea dovrebbe avere almeno tre nodi e va liberata cli tutte le foglie, tranne le due apicali.

Per cimare le piante non si usano forbici, ma un coltello con una lama molto affilata. Esistono coltelli da innesto, ma un multiu­so svizzero andrà benissimo.

La talea preparata deve essere lasciata asciugare per un giorno all’ombra, poi va messa a radicare in un vasetto di 68 cm di diametro. Se le talee sono tante, possono essere collocate in una cassettina di polistirolo espanso, alta circa 10-12 cm, riem­pita di sabbia o di terriccio simile a quello di coltivazione, alleggerito con un quanti­tativo maggiore di sabbia.

I contenitori di gelato artigianale si pre­stano abbastanza bene, se lavati con cura, ad ospitare le talee: hanno l’altezza giusta, sono piccoli, leggeri e maneggevoli ed è facile trovare un angolo luminoso in cui collocarli per il tempo necessario alla radi­cazione. Dopo una settimana dall’impian­to, in ambiente ombreggiato, le talee si espongono gradatamente alla luce, fino a lasciarle in pieno sole. Circa 15 giorni più tardi si cimano, a due foglie, le talee radi­cate.

Dopo il rinvaso in un contenitore più gran­de (13 cm), la nuova piantina è pronta per affrontare, con ottime chances, l’inverno.


INDICE DEGLI ARGOMENTI:
Il TerriccioIl vaso ideale L’ Esposizione Annaffiature Come svernano i gerani La Moltiplicazione Propagazione da seme